Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti

L’Agenda 2030 ha stabilito come Goal 4 l’istruzione di qualità. L’istruzione contribuisce in maniera determinante alla realizzazione di sé ed è strettamente collegata al livello sociale ed economico raggiunti: è infatti un valido aiuto per ridurre la povertà e quindi eliminare la fame e migliorare la salute.
Si sono ottenuti risultati importanti per quanto riguarda l’incremento dell’accesso all’istruzione a tutti i livelli e l’incremento dei livelli di iscrizione nelle scuole, soprattutto per donne e ragazze. Il livello base di alfabetizzazione è migliorato significativamente, ma è necessario raddoppiare gli sforzi per migliorare i risultati. L’educazione oggi ormai va considerata come “permanente” perché il mondo contemporaneo, per partecipare attivamente alla vita sociale, richiede competenze sempre più complesse ed elevate.

Traguardi Obiettivo 4 🎯

4.1     Garantire entro il 2030 ad ogni ragazza e ragazzo libertà, equità e qualità nel completamento dell’educazione primaria e secondaria che porti a risultati di apprendimento adeguati e concreti

4.2     Garantire entro il 2030 che ogni ragazza e ragazzo abbiano uno sviluppo infantile di qualità, ed un accesso a cure ed istruzione pre-scolastiche così da essere pronti alla scuola primaria

4.3     Garantire entro il 2030 ad ogni donna e uomo un accesso equo ad un’istruzione tecnica, professionale e terziaria -anche universitaria- che sia economicamente vantaggiosa e di qualità

4.4     Aumentare considerevolmente entro il 2030 il numero di giovani e adulti con competenze specifiche -anche tecniche e professionali- per l’occupazione, posti di lavoro dignitosi e per l’imprenditoria

4.5     Eliminare entro il 2030 le disparità di genere nell’istruzione e garantire un accesso equo a tutti i livelli di istruzione e formazione professionale delle categorie protette, tra cui le persone con disabilità, le popolazioni indigene ed i bambini in situazioni di vulnerabilità

4.6     Garantire entro il 2030 che tutti i giovani e gran parte degli adulti, sia uomini che donne, abbiano un livello di alfabetizzazione ed una capacità di calcolo

4.7     Garantire entro il 2030 che tutti i discenti acquisiscano la conoscenza e le competenze necessarie a promuovere lo sviluppo sostenibile, anche tramite un educazione volta ad uno sviluppo e uno stile di vita sostenibile, ai diritti umani, alla parità di genere, alla promozione di una cultura pacifica e non violenta, alla cittadinanza globale e alla valorizzazione delle diversità culturali e del contributo della cultura allo sviluppo sostenibile

4.a     Costruire e potenziare le strutture dell’istruzione che siano sensibili ai bisogni dell’infanzia, alle disabilità e alla parità di genere e predisporre ambienti dedicati all’apprendimento che siano sicuri, non violenti e inclusivi per tutti

4.b     Espandere considerevolmente entro il 2020 a livello globale il numero di borse di studio disponibili per i paesi in via di sviluppo, specialmente nei paesi meno sviluppati, nei piccoli stati insulari e negli stati africani, per garantire l’accesso all’istruzione superiore  – compresa la formazione professionale, le tecnologie dell’informazione e della comunicazione e i programmi tecnici, ingegneristici e scientifici –  sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo

4.c     Aumentare considerevolmente entro il 2030 la presenza di insegnanti qualificati, anche grazie alla cooperazione internazionale, per la loro attività di formazione negli stati in via di sviluppo, specialmente nei paesi meno sviluppati e i piccoli stati insulari in via di sviluppo

La situazione italiana

Dal 2014 in Italia la tendenza positiva si arresta e poi si inverte: il peggioramento è causato dalla diminuzione della partecipazione culturale, delle competenze di base in lettura e di un più basso tasso di partecipazione alle attività educative dei bambini di cinque anni. L’Italia si trova ancora in una posizione di grave ritardo rispetto alla media europea per tutti gli indicatori analizzati, differenza che risulta particolarmente ampia per il tasso di istruzione terziaria, pari a 27,6% nel 2019 rispetto al 41,6% medio europeo. Durante i mesi del lockdown, l’Istat stima che circa tre milioni di studenti tra i 6 e i 17 anni hanno avuto difficoltà a seguire le lezioni nella modalità didattica a distanza, soprattutto per l’inadeguatezza dei dispositivi informatici in famiglia. Si tratta di un fenomeno particolarmente grave dato che la crisi aumenta la probabilità di abbandono scolastico, soprattutto nelle fasce più vulnerabili della popolazione. Questi fattori, uniti al presumibile calo dei lavoratori che partecipano ad attività di istruzione/formazione, confermano l’impatto negativo della crisi dovuta al Covid-19 su questo Goal.

(Fonte: Rapporto ASviS 2020 – L’Italia e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile)

Che azioni puoi intraprendere con la tua azienda?

📌 Investi in formazione e apprendimento dei dipendenti per trasmettere il valore nodale della cultura e della formazione tecnica, del lavoro e dell’impresa e per favorire lo sviluppo di figure professionali in grado di progettare, costruire, programmare e stare al passo con le evoluzioni tecnologiche che caratterizzano il nostro tempo.

📌 Approfitta dei fondi interprofessionali (ad esempio Fondirigenti, Fondimpresa, Fonarcom) per finanziare la formazione di dipendenti e dirigenti.

📌 Offri alle scuole una modalità innovativa e inclusiva di interazione tra scuola e mondo civile: coinvolgi direttamente Scuole e Università per coltivare e valorizzare giovani talenti.

📌 Supporta il sistema scolastico pubblico donando materiale scolastico per offrire un’educazione inclusiva e di qualità.

Cosa puoi fare individualmente per trasformare il nostro mondo? 🌍

10 semplici azioni quotidiane che puoi compiere per contribuire al processo per la prosperità del pianeta.

1️⃣ Supporta il sistema scolastico pubblico donando materiale scolastico per offrire un’educazione inclusiva e di qualità.
2️⃣ Insegna ai tuoi figli l’importanza di avere un’istruzione; molti non ne riconoscono i benefici.
3️⃣ Fai vedere film o programmi TV educativi e divertenti per bambini.
4️⃣ Porta l’istruzione fuori dalle mura scolastiche e rendila divertente. Viaggia. Porta i tuoi figli al planetario, o in un museo per una gita di un giorno.
5️⃣ Sostieni gli enti benefici che si occupano dell’istruzione nelle aree più povere del mondo.
6️⃣ Dona libri alle biblioteche pubbliche o alle scuole pubbliche in difficoltà.
7️⃣ Condividi storie di successo, comprese quelle che non hanno fatto notizia.
8️⃣ In molti paesi, le ragazze sono costrette a lasciare presto la scuola per sposarsi. Avvia dibattiti che consentano di discutere di problemi in modo chiaro e di trovare delle soluzioni.
9️⃣ Condividi le tue abilità con coloro che ne hanno bisogno.
🔟 Cerca occasioni di formazione extra-lavorative per le aree del sapere che ti interessano. Puoi farlo seguendo corsi nel tuo quartiere oppure iscrivendoti a corsi gratuiti on line per approfondire gli argomenti che ti appassionano.

(Fonte: Prodotto dal Progetto sul Cambiamento della Percezione – UNOG)