Kristina Trifonova, Manager Area Formazione e Commerciale

Nata nell’Aprile del ’79 a Tula, in Russia, Kristina parla correntemente quattro lingue – Italiano, Russo, Bulgaro e Inglese – e vive nel Belpaese da quando aveva 18 anni. All’estero ha studiato materie classiche e, una volta arrivata in Italia, ha proseguito gli studi in ambito economico. Dopo avere lavorato per diversi anni come Store Manager di un noto punto vendita Fashion & Luxury torinese ha deciso di cimentarsi in una nuova sfida professionale: ha ricoperto il ruolo di Account Manager e interprete presso alcune aziende dei settori edile e informatico fino a quando, nel 2014, è approdata in UOMOeAMBIENTE. Ama scoprire posti nuovi, venire a contatto con altre culture ed è una tifosa sfegatata del Milan. Come unisce la passione per il viaggio e quella per il pallone? Seguendo la sua squadra del cuore in trasferta, naturalmente.

 

Come sei arrivata in UOMOeAMBIENTE?

«Dovevo seguire un progetto di Data Entry. UOMOeAMBIENTE stava integrando le proprie infrastrutture informatiche ed era alla ricerca di una figura professionale in grado di utilizzare software gestionali, amministrare le anagrafiche clienti, fornitori, prospect e altre mansioni relative allo snellimento delle procedure aziendali. Con il tempo ho iniziato a curare l’organizzazione delle attività formative: gestisco le pianificazioni dei corsi, organizzo il calendario delle date, mi interfaccio con i clienti e coordino i docenti delle diverse sedi aziendali. E poi, c’è l’impegno nell’area commerciale»

 

Da un progetto di Data Entry al coordinamento della formazione e non solo. Racconta il tuo ruolo all’interno del team di UOMOeAMBIENTE…

«Sono presente per i nostri clienti dalla fase iniziale della nostra partnership – in cui viene richiesta l’erogazione di un determinato percorso formativo – fino al rilascio degli attestati. Contestualmente all’area commerciale supporto Mario Burrascano e Nunzia Giunta, AD e fondatori di Uomo & Ambiente S.r.l. Società Benefit, nella preparazione delle offerte e gestione delle commesse»

Kristina Trifonova

Qual è il progetto che ti ha reso più orgogliosa?

«Devo ammettere che di soddisfazioni ne ho tante. Ogni volta che un cliente mi chiama e riesco a venire incontro alle sue esigenze, renderlo pienamente soddisfatto del percorso formativo richiesto, è per me un motivo di orgoglio professionale e personale. Tra i progetti più impegnativi che ho seguito insieme al nostro team c’è stato quello realizzato con l’ente territoriale “Città Metropolitana di Torino”, per cui abbiamo erogato percorsi formativi per la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro. È stato un cliente molto esigente ed essere in linea con gli standard qualitativi richiesti è stato davvero stimolante. Un esempio? Durante una lezione dedicata al corretto uso delle attrezzature abbiamo ricevuto un’ispezione, a sorpresa, dell’Azienda Sanitaria Locale “Città di Torino”: le nostre capacità organizzative e la competenza dimostrata dal nostro docente sono risultate in pienamente conformi e hanno dimostrato quanto sia importante curare ogni particolare per assicurare l’efficacia formativa e il rispetto dei requisiti di Legge. Insomma, avendo ricoperto un ruolo “in prima linea” nel planning delle attività ho provato una grande soddisfazione»

 

In quale valore di UOMOeAMBIENTE ti rispecchi maggiormente?

«La fiducia. Una fiducia intesa non come rapporto mordi-e-fuggi di erogazione dei servizi e conseguente fruizione, bensì come l’instaurarsi di una vera e propria relazione continuativa. Un rapporto fiduciario con i nostri clienti si trasforma nel migliore dei biglietti da visita: siamo quello che facciamo, la passione con cui trasformiamo i nostri progetti in realtà. La fiducia si costruisce con il tempo e la dedizione, dedicando le medesime attenzioni a tutte le realtà piccole o grandi che si affidano alla nostra competenza. E quando dico “nostra” intendo un altro valore di UeA che è la capacità di fare team con un gruppo davvero realmente coeso di persone, che sono sempre disponibili e collaborative in ogni commessa e attività che gestiamo. Diventare un punto solido di riferimento, esserci nel momento del bisogno. Quello della fiducia è un ideale che sento particolarmente mio».